The three-hour Turkish putsch ​

After a very particular evening following the news, let’s also post here the considerations I wrote in Italian on my other website on Turkey’s hectic night. My plan was to start posting again on here as well, the events forced me to do that tonight. Good, I needed someone/something pushing me.

Continue reading

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Gezi, l’AKP e la natura delle proteste a Istanbul

Negli ultimi sei mesi ho avuto la fortuna di vivere, studiare e lavorare in Turchia. Vivere a Istanbul è un’esperienza che tutti dovrebbero fare almeno una volta nella vita e mi ritengo fortunato nell’ aver scelto di vivere nel lato asiatico, nella vivace e bella Kadıköy, dove c’è anche uno dei migliori ristoranti della città, Ciya (e per me che ho lavorato in passato come cuoco queste cose hanno sempre un peso notevole). Già conoscevo questo paese ma chiaramente viverci aiuta a capire meglio alcune dinamiche, anche se devo dire che le idee di fondo che mi ero fatto non le ho cambiate tanto (anche se uno non vive normalmente in un posto, leggere buoni libri sulla storia, cultura e politica di quel paese aiuta in genere).

Ad ogni modo, le proteste delle ultime due settimane hanno riattizzato ferocemente l’attenzione dei media globali su un paese di cui si parla tanto ma di cui si capisce sempre troppo poco. Su Limes Online ho provato, ad inizio settimana, a raccontare la mia percezione analitica di quello che è successo. Essa è tendenzialmente diversa da molte idee apparse in giro, in particolare sulla stampa italiana dove si è fatta passare l’idea che questo fosse un paese sull’orlo della rivoluzione (non vi dico le telefonate allarmate dalla famiglia). Come ha detto bene una mia amica americana che vive in Italia: “puoi dirmi cosa ne pensi? i media americani ne parlano poco ma qui sembra che la Turchia stia per implodere”. No, la Turchia non sta per implodere. Ha solo qualche difficoltà – che è strutturale, cioè di lungo periodo- nel gestire, veicolare e assorbire il dissenso.  Ma direi che i sensazionalismi e le letture “orientaliste” (e ve lo dice uno che non è un grandissimo fan di Said) basate su uno scontro titanico islamisti vs secolaristi nuociono alla comprensione: di questo paese in genere e dei fatti di Gezi nello specifico.

Per l’articolo completo su Limes, clicca qui

Posted in AKP, Turkey | Tagged , , , , , | Leave a comment

North African Jihadism and the Post-Mali Conflict Environment

I actually don’t have time to focus on my blog (people who know me have a clue why). However, two weeks ago I published another piece with the Jamestown Foundation on the directions in North African Jihadism in the post-Mali conflict environment:

The French-led intervention in Mali changed the strategic environment of the region. For AQIM and other jihadist groups operating in the area, the intervention had several consequences: they had to move elsewhere, reducing their presence in northern Mali, redefine smuggling routes and re-acquire the mobility they partially lost when they started controlling northern Mali. This makes the regional threat more mobile, liquid and fragmented while reducing its actual political impact… (to continue reading click here)

Posted in 2nd Circle, Africa, Algeria, Arab Spring, Libya, Maghreb, Mali, Mauritania, Mediterranean, Tunisia | Tagged , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

The EU and the Mediterranean: Between ambitions and shortcomings

Next week (Tuesday 28 May), I will be talking at  İstanbul 29 Mayis Üniversitesi in Uskudar (about 20 minutes walking distance from the Metrobus stop “Altunizade”) about EU foreign policy in the Mediterranean. All welcome!

EU Mediterranean

Posted in 2nd Circle, European Union, Maghreb, Mashreq, Mediterranean, Middle East | Tagged , , , , , | Leave a comment

L’Egitto e i suoi Fratelli

Da questo mese, Limes diventa mensile e inaugura la serie dei numeri mensili con un volume dedicato all’Egitto e alla Fratellanza musulmanaLimes - Egitto e i suoi fratelli

Su questo numero ci sono due articoli miei: uno sul Sinai e la problematica proiezione di sovranità del Cairo su questo spazio “chiave” ma storicamente riluttante al controllo degli “Africani della Valle del Nilo” e un altro scritto con la collega della LUISS Meryem Akabouch sui percorsi politici della Fratellanza Musulmana in Algeria e Marocco: alg mar

Se avete commenti o critiche potere come al solito scrivermi a mediterraneaneye [at] gmail [dot] com

Posted in Africa, Algeria, Arab Spring, Egypt, Maghreb, Mashreq, Mediterranean, Middle East, Morocco | Tagged , , , , , , , | Leave a comment